Kayak

È difficile raccontare tutto ciò che può offrire una discesa in kayak, possiamo solo dirvi che vi è un mondo affascinante da scoprire discendendo un fiume, un mondo fatto di paesaggi incantevoli e di emozioni uniche...
Nel fiume, l’acqua scorrendo verso valle disegna un percorso che si snoda tra rapide e zone di acqua più tranquilla, decidendo in tal modo il ritmo della discesa. A noi con i nostri kayaks non resta che imparare ad entrare in sintonia con questo mondo magico...

- DISCESE IN KAYAK : escursioni sul fiume Fiora in kayak ; si tratta di un’esperienza alla portata di tutti, basta saper nuotare… I kayak sono imbarcazioni molto facili da governare; è sufficiente quindi una breve lezione introduttiva per essere in grado di discendere un tratto di fiume.
Le acque pulite e non particolarmente fredde di questo fiume sono l’ ideale per una divertente giornata di sport a stretto contatto con la natura. Le rapide di facile difficoltà si alternano a tratti di acqua piatta immersi in un paesaggio incontaminato ed affascinante.
Tutte le discese prevedono una breve lezione teorica introduttiva circa la tecnica di pagaiata ed il nuoto in fiume.

per Informazioni : www.masakayak.it 

Golf

 

L’Argentario Golf Club, che ospita vari tornei di golf tra i più importanti in Toscana e in Italia, vanta 18 buche panoramiche per un totale di 6.218 metri e par 71. Il percorso è certificato “Agri Cert” bio eco-compatibile e tutti i prodotti usati per la sua manutenzione sono totalmente naturali.
Il campo da golf si trova in un’area naturale protetta a 5 minuti dalla Riserva Naturale Duna Feniglia e a 25 km dal Parco dell’Uccellina. La Laguna di Orbetello, il mare e i pendii di Monte Argentario offrono un panorama di straordinaria bellezza e creano un microclima che consente di giocare a golf in qualsiasi periodo dell’anno.
Il campo a 18 buche e il campo pratica, inaugurati nel 2006, sono stati realizzati dall’architetto David Mezzacane e dal giocatore professionista Baldovino Dassù, bandiera del golf italiano nel mondo. Le buche sono state poi modellate dallo specialista Brian Jorgensen: il risultato è un tracciato vario, spettacolare e tecnicamente molto valido.


Il campo da Golf del Tarquinia Country Club, è immerso nel verde di uno splendido centro residenziale denominato "Marina Velca", a soli 4 Km da Tarquinia, 15 km dal porto di Civitavecchia, a 65 km dall'areoporto di Fiumicino, a 90 km da Roma e a 45 Km da Viterbo nella Maremma Etrusca, terra ricca di tradizioni, arte e cultura.Il percorso situato nell'affascinante cornice di lecci, pini, eucaliptus ed altre essenze tipiche della vegetazione mediterranea, si snoda dolcemente su una collina la dove è possibile godere di un panorama a dir poco maestoso e suggestivo. Guardando ad Ovest dalla partenza della buca n°5, per esempio, possiamo vedere all'orizzonte il mare; spostando lo sguardo verso Est appaiono in tutto il loro splendore le torri medievali di Tarquinia, antica cittadina con il più bello ed importante museo della cultura e dell'arte etrusca; a Sud-Est i monti Cimini fanno da contorno alla vallata del fiume Marta. L'oasi golfistica ed il clima mite di Marina Velca, consente ai suoi giocatori di usufruire di 350 giorni di sole l'anno.

Terme

Le Terme di Saturnia sono oggi un centro termale incantevole situato ai piedi del borgo medievale di Saturnia e circondato da un parco secolare tipico della terra maremmana. Il Terme di Saturnia SPA & Golf Resort è una struttura di altissimo livello, sapientemente organizzata, in grado di soddisfare una clientela molto esigente. Immersi nelle quattro piscine termali (da cui si alza un vapore suggestivo e rilassante) potrete godere del panorama circostante sulla natura maremmana. L'offerta è completata dal centro benessere ed un campo da golf 18 buche par 72.

L'alternativa al Centro Termale sono le cascate del Gorello (o del Mulino), di libero accesso, poste a 2 km dal borgo di Saturnia. La sorgente delle Terme di Saturnia nasce in un cratere vulcanico (dove sorge la piscina dello stabilimento) e scorre successivamente lungo un ruscello naturale (detto il Gorello) per circa 500 metri, dove un dislivello crea una cascata che lambisce un antico mulino e forma a sua volta una serie di piscine naturali scavate nella roccia.
Queste cascate si trovano in aperta campagna ma sono facili da individuare. Sul lato sinistro della strada si apre un panorama che vi consente già in lontananza di ammirare le cascate di Saturnia in tutta la loro bellezza, resa ancora più suggestiva, dalla nuvola di vapore che perennemente accompagna questo luogo incantato. Immergersi nell'acqua calda delle piscine naturali è un vero piacere anche nei mesi più freddi dell’anno, durante i quali però, vi consigliamo di tenere l’accappatoio non troppo lontano per coprirvi alla svelta appena uscite dall’acqua calda. Se andate di notte vi sarà utile una torcia, inoltre ricordatevi che si tratta di un luogo naturale in aperta campagna quindi non troverete bagni ne spogliatoi. È invece presente un parcheggio gratuito.

Parco Archeologo di Vulci

Vulci è un'antica città etrusca che si trova nel territorio dell'odierna Canino e Montalto di Castro, in Provincia di Viterbo nella maremma laziale. Nonostante sia relativamente lontana dal mare, si trova infatti su di una piattaforma calcarea lungo la riva destra del Fiora, fu una delle più grandi città-stato dell'Etruria con un forte sviluppo marinaro e commerciale con Grecia e Oriente, come testimoniano i sontuosi corredi funebri ritrovati nelle necropoli adiacenti ed oggi sparsi nei musei di tutto il mondo.

Le necropoli che circondano la città, situate nei territori di Montalto di Castro e Canino , nelle località di Cavalupo, Ponte Rotto, Polledrara, Osteria, Campo di Maggio e Camposcala, si trovano migliaia di tombe, dalle forme e tipologia diverse: fosse, tumuli, tombe a cassone, tombe a camera e tombe a corridoio. Tra le più note: il grandioso tumulo della Cuccumella (alto 18 metri e con 75 metri di diametro), la Cuccumelletta e la Rotonda, la tomba François, situata nel territorio di Canino, quelle dei Tori, delle Iscrizioni e dei Due Ingressi. All'Osteria sono presenti diverse tombe a camera caratterizzate dal soffitto scolpito, come era in uso nelle abitazioni etrusche.

Tra i monumenti più suggestivi, il maestoso ponte detto del Diavolo (III secolo a.C.) che domina dall'alto dei suoi 30 metri di altezza il fiume Fiora, nei pressi del castello medievale della Badia (XIII secolo).

http://www.vulci.it

Bicicletta

La Maremma è da sempre terra di ciclisti: Professionisti, sportivi della domenica o, più in generale, amanti della bicicletta come mezzo di integrazione con la natura.
Il cicloturista da noi trova una semplice e naturale struttura geo-morfologica che lo aiuta nella scelta dell'itinerario, non solamente in base alle sue capacità atletiche, ma anche in relazione ai suoi interessi culturali.
In Maremma, pedalando si può scoprire oltre ogni dosso, dietro ogni curva, mille e più motivi per ritornare ed approfondire la conoscenza di questa nostra terra unica al mondo.
Tanti i percorsi a vostra disposizione per scoprire gli angoli nascosti e suggestivi della nostra terra ... sempre in contatto con la natura!!!

Altri articoli...

  1. Cavallo
  2. Mare

Pagina 1 di 2

ISCRIVITI ALLA MAILING LIST

Terms and Conditions

CONTATTACI

Agriturismo Colle d'Oro
Strada Vallelunga, 21 ~ Pescia Romana Viterbo
T (212) 555 55 00
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Famiglia Balducci

L'appartamento ha risolto i problemi con i bambini: è grande, pulito e c'è un bel giardino con i giochi. Bella la piscina, i proprietari gentili e disponibili. Grazie

Cinzia

Appartamento grande e pulito. Grande giardino per far giocare i bambini. Vicino a Capalbio e Monte Argentario. La settimana di settembre costa meno ma il mare è un'incanto.

Marta & Maria

Siamo venute a riposarci una settimana in maremma. Andavamo al mare in bici. Bellissimi ricordi, lo consigliamo +++

Carlo e Laura di Roma

Weel-End lungo di fine maggio: un paradiso. Spiaggia deserta, tanto sole e mare pulitissimo. Vicino all'ultima spiaggia e Ansedonia. Vacanza troppo breve, ritorneremo!

Scroll to Top